Immagine
 Il sito web... di Marco Poli
 
e poi ci troveremo come le star,
a bere del whisky al Roxy Bar...

Vasco Rossi, Vita spericolata
” 
 
\\ Home Page : Articolo
Cento anni fa il palazzo delle Poste
 Marco Poli (del 19/07/2011 alle 08:46:24, in Articoli, visitato 2117 volte)
Condannato a 20 anni di carcere per aver organizzato movimenti patriottici a Milano, Aurelio Saffi si rifugiò a Londra dove sposò Giorgina Janet Craufurd, donna di origini scozzesi, ma nata a Firenze, seguace di Mazzini e donna di spicco del Risorgimento. La coppia ebbe quattro figli fra cui Emilio, secondogenito, nato a Napoli nel 1861. Questi divenne ingegnere e lo troviamo nel 1910 a Roma come capo della Divisione III dell’Ufficio Tecnico del Comune di Roma, incaricato di redigere il progetto per la realizzazione dei Mercati Generali di via Ostiense. In precedenza, Emilio Saffi fu incaricato di progettare il nuovo Mercato Bestiame di Bologna su un’area di 22.500 mq. Nel maggio del 1902 il Mercato fu inaugurato. Poco tempo dopo l’Amministrazione delle Poste Italiane affidò ad Emilio Saffi l’incarico di predisporre il progetto per la sua nuova sede bolognese. Nel 1909 il progetto era già realizzato consentendo di avviare lo stesso anno la costruzione che terminò nel 1911 con una imponente cerimonia di inaugurazione alla quale parteciparono numerose autorità. La costruzione del grande edificio delle Poste fu il completamento della piazza dedicata al grande statista bolognese Marco Minghetti. Infatti, a partire dal 1893 furono abbattuti i fatiscenti edifici che occupavano lo spazio della futura piazza: fra gli edifici scomparsi, vi era anche la casa natale di Santa Caterina da Bologna e la chiesa di S. Agata voluta da Taddeo Pepoli. Nel 1912 fu riedificato, ad opera di Edoardo Collamarini, il palazzo Bovio-Bernaroli al n.1, la cui prima costruzione risale al XV secolo. La statua di Minghetti è opera di Giulio Monteverde: alla cerimonia di inaugurazione della piazza, il 28 giugno 1896, furono presenti Re Umberto I e la Regina Margherita. Ora, a 100 anni dalla costruzione, il palazzo delle Poste verrà sottoposto ad un grande restauro - il primo restauro esterno da quando fu costruito - al quale si aggiungerà la riqualificazione sia di piazza Minghetti, sia dell’attigua piazza del Francia. Bologna ha bisogno di operazioni di questo tipo che valorizzino la qualità del tessuto e dei luoghi urbani. E si riconosca il merito ai privati che finanziano questa brillante e meritoria operazione. (Carlino 16.6.2011)
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa


COMMENTI
A causa di eccessive intrusioni di fastidiosi "spammer", ho dovuto disabilitare i commenti, almeno per un certo periodo. Al momento, se desiderate mandarmi un messaggio, utilizzate l'indirizzo di posta elettronica marcopoli[chiocciola]marcopoli.it, comunicandomi eventualmente se volete che il vostro scritto venga comunque reso pubblico in calce all'articolo a cui si riferisce. In tal caso provvederò io stesso a inserirlo manualmente. Grazie.
Ci sono 533 persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Agenda Conferenze (1)
Articoli (112)
Articolo (4)
Biografia (1)
Cose d'altri tempi - Rubrica del Resto del Carlino (9)
Curiosità petroniane (8)

Raccolti per mese:


Gli interventi più cliccati

Gli ultimi commenti:

Gent.mo dott. Poli, per conto dell'Ass...
16/02/2012 alle 16:45:01
 Mauro Marroni

Ricordo che da studente, negli anni 60...
08/02/2012 alle 01:12:14
 Aristide S.

Posso assicurarle che nell'interrato e...
15/01/2012 alle 21:06:16
 Anna Domenica Toffenetti

Buonasera. Vorrei sapere se il superme...
13/01/2012 alle 14:43:45
 Adele









18/08/2019 @ 23:39:49
script eseguito in 93 ms


Area Riservata