Immagine
 Il sito web... di Marco Poli
 
ricordi, fu con te a Santa Lucia,
al portico dei Servi per Natale;
credevo che Bologna fosse mia...

Francesco Guccini, Eskimo
” 
 
\\ Home Page : Articolo
L'Expo di Bologna del 1888
 Marco Poli (del 27/02/2015 alle 13:12:16, in Articolo, visitato 1309 volte)
Il boom dell’industria e del commercio nel corso dell’800 indusse diverse città ad organizzare delle Esposizioni Nazionali o Internazionali al fine di promuovere i nuovi prodotti dell’industria. Anche Bologna, nel 1888, organizzò una grande Esposizione ricorrendo, per attirare più visitatori, alla celebrazione degli 800 anni della fondazione dell’Università. Qualche anno prima si erano riuniti alcuni intellettuali della città con Giosuè Carducci come figura più rappresentativa e nel riconoscere l’opportunità che anche Bologna organizzasse una sua Esposizione, convennero sulla data di fondazione dell’Ateneo stabilita nell’anno 1088. Data l’autorevolezza dei personaggi nessuno si chese come mai non fossero stati celebrati i centenari precedenti… L’Expo fu inaugurata il 6 maggio 1888 alla presenza dei Reali e del Presidente del Consiglio Francesco Crispi, e si chiuse l’11 novembre. Bologna era una città prevalentemente agricola; solo da pochi anni l’industria aveva fatto il suo ingresso nel contesto cittadino con le eccellenze delle aziende Calzoni e Majani e dei salumifici (fu esposta una mortadella da 150 kg.): dunque, fu un’expo agricola-industriale a carattere regionale con iniziative culturali quali una mostra d’arte affidata a Enrico Panzacchi e una di musica affidata a Arrigo Boito. Per l’occasione furono allestite una funicolare e una tranvia a vapore per collegare i due luoghi prescelti come padiglioni dell’expo: i Giardini Margherita e S. Michele in Bosco. Nella circostanza fu collocata la statua di Vittorio Emanuele nella piazza Maggiore che da quel momento si chiamò piazza Vittorio Emanuele. Inoltre fu rifatta la facciata dell’Arena del Sole, inaugurata la statua di Ugo Bassi, rimossa la cancellata attorno al Nettuno. Le presenze all’expo bolognese furono 500.000: tante, ma non sufficienti a rientrare delle spese sostenute. Ma il successo d’immagine fu raggiunto.
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa


COMMENTI
A causa di eccessive intrusioni di fastidiosi "spammer", ho dovuto disabilitare i commenti, almeno per un certo periodo. Al momento, se desiderate mandarmi un messaggio, utilizzate l'indirizzo di posta elettronica marcopoli[chiocciola]marcopoli.it, comunicandomi eventualmente se volete che il vostro scritto venga comunque reso pubblico in calce all'articolo a cui si riferisce. In tal caso provvederò io stesso a inserirlo manualmente. Grazie.
Ci sono 247 persone collegate

< dicembre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Agenda Conferenze (1)
Articoli (112)
Articolo (4)
Biografia (1)
Cose d'altri tempi - Rubrica del Resto del Carlino (9)
Curiosità petroniane (8)

Raccolti per mese:


Gli interventi più cliccati

Gli ultimi commenti:

Gent.mo dott. Poli, per conto dell'Ass...
16/02/2012 alle 16:45:01
 Mauro Marroni

Ricordo che da studente, negli anni 60...
08/02/2012 alle 01:12:14
 Aristide S.

Posso assicurarle che nell'interrato e...
15/01/2012 alle 21:06:16
 Anna Domenica Toffenetti

Buonasera. Vorrei sapere se il superme...
13/01/2012 alle 14:43:45
 Adele









13/12/2018 @ 02:46:37
script eseguito in 59 ms


Area Riservata