Immagine
 Il sito web... di Marco Poli
 
gli ho detto che nel centro di Bologna
non si perde neanche un bambino...

Lucio Dalla, Disperato erotico stomp
” 
 
\\ Home Page : Articolo
100 anni fa, il primo inceneritore a Bologna
 Marco Poli (del 01/09/2009 alle 15:23:08, in Articoli, visitato 1620 volte)
Il “Resto del Carlino” del 31 gennaio 1909 diede notizia del fatto che a Bologna si era concluso l’esperimento di incenerire i rifiuti.  Era accaduto che il Comune di Bologna, avendo appreso che in Germania ed in Inghilterra era stato sperimentato con successo un forno inceneritore, accolse la proposta della ditta straniera che aveva inventato il macchinario, le assegnò un’area fuori porta S. Donato come discarica di servizio e per collocarvi il forno inceneritore e stanziò per l’operazione la somma di lire 5.000. Si provò a mettere nel forno inceneritore la spazzatura delle strade: ma addirittura si fece fatica a bruciarla in quanto conteneva troppa umidità. “L’esperimento fu riprovato con i soli rifiuti raccolti nelle case e quindi meno terrosi, ma non meno umidi; e anche quelli non risultarono totalmente inceneriti. Nei residui si trovarono ancora stracci, residui di sostanze organiche, talché il forno non ha punto risposto all’aspettativa”. La Commissione nominata dal Comune dichiarò che “l’esperimento non corrisponde alle esigenze del servizio”, ma, convinta che il metodo dell’incenerimento fosse da perseguire in quanto “risponde alle esigenze dell’igiene e della pulizia della città”, chiese che si individuassero altri macchinari in grado di funzionare davvero. Per giustificare l’esito negativo dell’esperimento si disse che i rifiuti erano troppo umidi perché a Bologna, mancava “quel pulviscolo di carbone che abbonda nei centri industriali” di Manchester, piena di “camini continuamente impennacchiati di densi fumi”, o di Essen, la città delle officine Krupp. Le polveri di carbone emesse eliminavano l’umidità e rendevano “calorifica” anche la spazzatura delle strade!
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa


COMMENTI
A causa di eccessive intrusioni di fastidiosi "spammer", ho dovuto disabilitare i commenti, almeno per un certo periodo. Al momento, se desiderate mandarmi un messaggio, utilizzate l'indirizzo di posta elettronica marcopoli[chiocciola]marcopoli.it, comunicandomi eventualmente se volete che il vostro scritto venga comunque reso pubblico in calce all'articolo a cui si riferisce. In tal caso provvederò io stesso a inserirlo manualmente. Grazie.
Ci sono 559 persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Agenda Conferenze (1)
Articoli (112)
Articolo (4)
Biografia (1)
Cose d'altri tempi - Rubrica del Resto del Carlino (9)
Curiosità petroniane (8)

Raccolti per mese:


Gli interventi più cliccati

Gli ultimi commenti:

Gent.mo dott. Poli, per conto dell'Ass...
16/02/2012 alle 16:45:01
 Mauro Marroni

Ricordo che da studente, negli anni 60...
08/02/2012 alle 01:12:14
 Aristide S.

Posso assicurarle che nell'interrato e...
15/01/2012 alle 21:06:16
 Anna Domenica Toffenetti

Buonasera. Vorrei sapere se il superme...
13/01/2012 alle 14:43:45
 Adele









18/08/2019 @ 23:57:02
script eseguito in 87 ms


Area Riservata