\\ Home Page : Articolo : Stampa
Un nuovo grande libro dedicato a Bologna e ai bolognesi
 Marco Poli (del 07/12/2016 alle 22:02:32, in articoli , visitato 575 volte)
Un nuovo grande libro dedicato a Bologna e ai bolognesi.
Dalle foto dei rifugi dove, dal 1943 al 1945, si riparavano i bolognesi dai bombardamenti, fino agli anni della nuova Bologna, quella del Fiera District e della Tangenziale, dei nuovi quartieri Barca e Pilastro, da Palasport all’Autostazione, dalle biciclette alla targa automobilistica 200.000.
E poi il Natale e la neve, i bambini che aspettano la Befana, che giocano nei Giardini Margherita, che d’estate vanno in colonia; e poi ci sono i mitici tram scomparsi definitivamente il 3 novembre 1963.
Non manca il pugile Francesco Cavicchi, che divenne campione d’Europa e altri atleti vincitori di medaglie olimpiche, oltre a Bartali, Coppi e il nostro grande Schiavio.
Poi ci sono i personaggi italiani e stranieri “transitati” da Bologna: dai grandi attori stranieri (Clark Gable, William Holden, Frank Sinatra e Ava Gardner, Abbe Lane, Alfred Hitchcock, Sean Connery) agli italiani Sophia Loren e Gina Lollobrigida, Federico Fellini e Marcello Mastroianni, Totò, Rascel, Alberto Lupo, Aldo Fabrizi, Anna Magnani, Vittorio Gassmann, Fernandel, Celentano e i “bolognesi” Dalla, Morandi e Guccini e tanti altri.
Non mancano i grandi politici come Fanfani, Andreatta, Togliatti e Berlinguer. E poi due grandi personaggi: il sindaco Giuseppe Dozza e il grandissimo Gino Cervi. Non da meno, padre Marella, Giuseppe Massarenti, don Giuseppe Dossetti.
Molte immagini riguardano il servizio “Bologna dall’alto” che Breveglieri fece nel 1965. L’addio ai canali scoperti, i ristoranti più famosi dell’epoca e tante altre immagini.
Un libro che chiunque ami Bologna, deve avere in biblioteca: i più anziani per ricordare, i più giovani per sapere e conoscere.